Dossier radicale sul “Caso Giovine”

staff

L’Associazione, aderente a Radicali Italiani, opera prevalentemente in Piemonte ma ha l’ambizione di proporre e produrre iniziativa politica a livello nazionale e transnazionale. E’ aperta a tutti: chiunque può iscriversi, anche se iscritto ad altra formazione politica o non cittadino italiano. Tutte le iniziative e le strutture sono totalmente autofinanziate.

Diritti civili e libertà individuali, riforma liberale dello Stato e delle Istituzioni, laicità, politiche ambientali ed energetiche, politica internazionale, creazione di rapporti con altre realtà associative e politiche per la costruzione di una sinistra liberale.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Antonio. ha detto:

    Vorrei scambiare una riflessione con voi radicali.
    Ma a voi che la maggioranza dei lombardi e dei piemontesi abbia
    votato per Formigoni e Cota non importa nulla ?
    In Lombardia è finita 56 a 33 ed anche in Piemonte Cota 9300 voti in
    più li ha effettivamente persi.
    Capisco la legalità,ma trattare con disprezzo il voto dei cittadini lombardi e piemontesi non mi pare molto bello.

  1. 20 giugno 2011

    […] “IL DOSSIER RADICALE SUL CASO GIOVINE” […]

  2. 29 giugno 2011

    […] “Dossier radicale sul caso Giovine” […]